Era da tempo che Lucia voleva arredare la mansarda. 

Si era stancata di vederla sempre in disordine!

Quel locale basso e apparentemente inabitabile, era diventato il suo deposito per gli oggetti poco utilizzati. Una sorta di magazzino in cui riporre tutte quelle cose che non si buttano perché “non si sa mai”. E che alla fine si accumulano e restano impolverate per anni.

Anche per Lucia è stato così. E non ne poteva davvero più!

Così ha deciso di arredarla, di provare a sfruttare quello spazio male utilizzato e creare una zona relax e living.

Vuoi sapere com’è cambiata questa mansarda?

arredare la mansarda

Arredare la mansarda: nuova vita per il sottotetto

Arredare la mansarda comporta inevitabilmente tutta una serie di vincoli a cui si deve sottostare.

Primo tra tutti, quello delle altezze: poiché solo dove il tetto è più alto si possono individuare le zone per le funzioni principali.

Identificare gli spazi principali

arredare la mansarda

Così individuiamo quello che è il miglior posto per creare una confortevole zona living, con tanto di divano e TV. Scegliamo una bella carta da parati in modo da dare carattere a questo ambiente e illuminiamo l’angolo più buio con una bellissima lampada da terra di design prodotta da Artemide.

Su specifica richiesta della nostra cliente, troviamo posto anche per un piccolo ufficio. Decidiamo di posizionarlo sotto il lucernario, così da sfruttare la luce naturale diretta durante le ore diurne.

Per separare living e ufficio, ma senza chiudere troppo l’ambiente, ecco una bella soluzione: una libreria ad effetto “sospeso” che crea un effetto vedo-non-vedo.

Cosa fare invece dove il tetto scende e l’altezza si riduce?

Sfruttare ogni angolo

arredare la mansarda

In questo caso, abbiamo scelto di creare un angolo relax con poltrone a sacco. Ideali per fare due chiacchiere con gli amici o leggere un libro in tranquillità!

Infine, nei punti più bassi, si possono ricavare dei ripostigli oppure aggiungere elementi di arredo. In questo caso, un termoarredo a forma di panca funge anche da radiatore per riscaldare l’ambiente.

 

Che ne dici, ti piacciono queste idee per arredare la mansarda?

Leggi anche i nostri articoli: come arredare una cucina piccola e come arredare il soggiorno.

Continue Reading

Mario non era preoccupato solo per la sua cucina, perché doveva anche arredare il soggiorno.

E presentava alcuni problemi che non sapeva come risolvere.

Questo ambiente doveva ospitare l’arredamento per due importanti funzioni: la zona living e la sala da pranzo.

Ma c’erano dei vincoli.

Mario aveva già un divano piuttosto grande da posizionare, ed un pavimento in legno dal colore molto scuro per quella stanza relativamente piccola. Sostituire il pavimento, avrebbe avuto dei costi e dei disagi che avrebbe preferito evitare.

Quindi abbiamo cercato un’altra soluzione.

Abbiamo adottato il divano e il pavimento come punti fissi intorno ai quali costruire l’ambientazione per la nuova casa di Mario.

Arredare il soggiorno: come creare una location di design

Il divano, viste le sue dimensioni, poteva essere posizionato soltanto in una zona del soggiorno. Di è conseguenza, abbiamo dovuto studiare la miglior disposizione di tutti gli altri arredi.

Il pavimento scuro, invece, ci ha “costrette” all’utilizzo di colori chiari: sia per ottenere un piacevole contrasto, sia per dare più luminosità all’ambiente.

Il risultato ha decisamente stupito Mario.

Lo studio dei colori

arredare il soggiorno

La scelta è caduta su colori chiari e neutri come il bianco e il sabbia. Sono bianchi sia i mobili, sia il tavolo da pranzo. E sono bianche anche le pareti, eccetto una, che ha una finitura materica color sabbia.

La stessa finitura color sabbia è stata data alla veletta in cartongesso sopra il divano, con led ad incasso: ribassare leggermente il soffitto serve a rendere più accogliente e raccolta la zona relax.

Uno specchio sulla parete aiuta a dare maggior ampiezza al soggiorno.

Dividere ma non dividerearredare il soggiorno

Per arredare il soggiorno di Mario, era necessario identificare due aree: una per la zona living e una per la sala da pranzo.

Meglio dividerle o non dividerle?

Una parete divisoria avrebbe ostruito la luce e ridotto quella luminosità che stavamo cercando con l’utilizzo dei color chiari. Lasciando tutto aperto, invece, il tavolo da pranzo si sarebbe trovato proprio di fronte alla porta di ingresso.

Alla fine abbiamo capito che la miglior soluzione per questo soggiorno era un’altra.

La miglior soluzione era: dividere MA non dividere.

Ecco perché abbiamo scelto la tenda decorativa Foscari di De Castelli per creare un filtro tra l’ingresso e il pranzo. La tenda divisoria fa sì che la zona pranzo abbia più intimità, ma senza che appesantisca l’ambiente in quanto consente il passaggio della luce.

Non trovi anche tu che, con questa idea, il soggiorno di Mario sia elegantissimo? 😉

Continue Reading

Molte persone che devono arredare una cucina piccola, pensano che non si possa personalizzare. Che avendo spazi molto ridotti, non ci sia altra alternativa alle cucine dai moduli standard e prive di design.

Lo stesso valeva per Mario: quando ci ha chiamate era davvero disperato.

Doveva trasferirsi nella sua casa nuova appena comprata, un appartamento situato al primo piano di una palazzina recentemente costruita.

Ma la cucina era proprio piccola.

Aveva pochissimi metri a disposizione, un ingresso molto stretto ed una parete non arredabile perché in gran parte occupata dalla finestra.

arredare una cucina piccola

Gli sarebbe piaciuto creare una bella atmosfera nella sua nuova casa, ma secondo lui c’era ben poco da fare.

Come si può dare carattere ad una stanza così piccola?

Arredare una cucina piccola con stile si può!

Quello che Mario non sapeva è che, : si può dare carattere anche ad una stanza così piccola.

Si possono utilizzare luci e colori in modo da farla apparire luminosa, scovare soluzioni per recuperare spazio… insomma, si può creare una vera cucina di design anche con pochi metri quadrati a disposizione.

E così Mario si è giocato la sua ultima carta prima di rassegnarsi ad una cucina standard e senza stile.

Ha deciso di contattarci per vedere se noi saremmo state in grado di risolvere il suo problema e studiare una soluzione che fosse davvero… wow!

La ricerca dell’armonia e dello spazio

Naturalmente, riuscire a creare una bella location per questa piccola cucina, è stata una bella sfida!

Sfida che si è però risolta piacevolmente, soprattutto per la soddisfazione di vedere Mario granare gli occhi e dire: “ma è davvero la mia cucina?!”

Vediamo dunque quali sono state le carte vincenti di questa soluzione di interior design.

arredare la cucina

Illuminare, dare ampiezza, recuperare spazio: questi sono gli obiettivi fondamentali su cui ci siamo concentrate.

Da qui, la scelta di utilizzare il bianco lucido come finitura, che riflette e illumina. I pensili della cucina non arrivano al soffitto: in questo modo si evita di appesantire troppo l’ambiente che apparirebbe più piccolo. I led soprapensile, servono proprio ad aggiungere luce e profondità, così come lo specchio.

Il piano di lavoro è una penisola stondata e inclinata, con mensole a vista. In questo modo si recupera spazio per il passaggio e si evita di farsi male con pericolosi spigoli vivi.

Ed ecco il pensile tondo: vista dall’ingresso – quello stretto ingresso tanto odiato da Mario – la cucina è decisamente armonica e piacevole, con le stondature che invitano ad entrare.

Funzionalità e divertimento

arredare la cucina

Non dimentichiamoci però che la cucina serve anche e soprattutto per…mangiare!
Per questo, su richiesta di Mario, abbiamo ritagliato un grazioso angolo per la colazione.

(Il tavolo da pranzo, invece, si trova in soggiorno).

La penisola in legno bianco è stata pensata “a ribalta”, ovvero apribile solo quando serve. E’ illuminata direttamente da due pendenti a forma di goccia.

Infine, un pizzico di divertimento: la parete con finitura a lavagna! Per scrivere la lista della spesa ma anche per dare il buongiorno ai propri compagni di vita… 🙂

Questa è una delle nostre soluzioni per arredare una cucina piccola. Ti è piaciuta? Faccelo sapere nei commenti!

Continue Reading

Se ti stai chiedendo come arredare casa, abbiamo qualcosa di interessante per te.

Che tu sia alle prese con una ristrutturazione o l’arredamento della tua prima casa, mettiamo a tua disposizione i nostri consigli più preziosi!

Chi siamo

Siamo Patrizia e Ambra di Fenice Interiors. Entrambe svogliamo la libera professione da 15 anni.

Patrizia è architetto, da sempre progetta case e negli ultimi si è avvicinata sempre più alla sua vera passione, l’interior design. Ambra è geometra ma specializzata nelle arti visive quali disegno grafico 3D e fotografia di interni.

La nostra più grande soddisfazione è quando un cliente riceve il suo progetto di interni, lo guarda e dice: “Ma quella è davvero casa mia?”

E’ successo molte volte, alla consegna di un progetto correlato con immagini 3D, che il cliente rimanesse a bocca aperta a chiedersi come sia stato possibile farci stare tutta quella roba dentro la sua casa sua. Soprattutto, come sia cambiata nell’aspetto, nell’armonia, nei colori, nelle emozioni che trasmette.

Una casa completamente diversa.

Sì, perché molte persone non hanno la più pallida idea di come arredare casa. La osservano ma hanno difficoltà a comprenderne il potenziale.

E’ piccola. Non ci sta niente. C’è poca luce. Cosa ci metto in tutto questo spazio?

Eppure tutti gli ambienti possono essere trasformati in qualcosa di completamente diverso. Qualcosa che abbia carattere, che sia bello da vedere, piacevole da vivere, in armonia con le personalità di chi vi abita.

Non vorresti anche tu una casa così?

come arredare casa: prima e dopo della mansarda

Cosa abbiamo creato per te

Attraverso i nostri consigli, ti aiuteremo a capire come arredare casa.

Sono consigli al di fuori di ogni schema: non ti diremo come accostare i colori o perché utilizzare un pavimento piuttosto che un altro. Di quello è pieno il web.

Ti sveleremo invece quali sono le trappole in cui potresti cadere e alcuni piccoli trucchi per focalizzarti sulle questioni importanti, senza perderti tra le migliaia di proposte del mercato.

I consigli sono suddivisi in articoli brevi e rapidi da leggere. Sono correlati tra di loro e funzionano al meglio se applicati insieme.

Ti stiamo incuriosendo?

Bene, tra poco li scoprirai.

Come arredare casa: la rubrica Fenice Consiglia

La rubrica Fenice Consiglia racchiude 8 consigli in 8 brevi articoli. Ti suggeriamo di leggerli in ordine e puoi sempre tornare indietro a rileggerli per avere una visione più chiara di tutti i consigli.

I primi 4 articoli servono principalmente a comprendere gli errori che devi assolutamente evitare. Gli ultimi 4 ti daranno invece degli strumenti per semplificare la creazione dei tuoi ambienti.

Dopo di ché, non c’è limite alla tua creatività 🙂

Ma basta chiacchiere: comincia a leggere i nostri consigli più preziosi!

Con questi consigli siamo certe che riuscirai a tenere sotto controllo tutte le varie fasi dell’arredamento, dalla progettazione all’acquisto. Nonostante il tema sia molto complesso e articolato, ti accorgerai che applicando questi consigli, diventerà più facile trovare delle soluzioni per la tua casa.

A noi non resta che salutarti, per qualsiasi domanda o approfondimento puoi sfruttare i commenti qui sotto oppure scriverci. A presto!

Patrizia e Ambra

Continue Reading
Exemple

Prima e dopo l’ Home Staging

Il nostro Open Day è stato un successo! Tanti agenti immobiliari e proprietari di immobili, curiosi di conoscere l’ home staging, hanno partecipato al nostro Open Day e hanno scoperto com’è cambiato l’appartamento prima e dopo il nostro intervento.

L’appartamento in cui abbiamo realizzato il nostro ultimo intervento di home staging è un attico su due livelli, nuovo e fermo sul mercato da quattro anni. Si presentava completamente vuoto e non finito. Il principale problema di chi visitava l’immobile era la mancata percezione degli spazi e del loro possibile utilizzo.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

L’inserimento di pochi arredi mirati e di complementi, ha consentito di cambiare immediatamente l’aspetto dell’immobile. Gli spazi sono più comprensibili ed è più semplice per un potenziale acquirente immaginare la vita nella sua nuova casa.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

Non solo gli spazi, ma anche luce e colori sono importanti in un intervento di home staging affinchè il potenziale acquirente possa fin da subito percepire un senso di accoglienza. Prima e dopo l’intervento la sensazione è diversa.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

Inoltre, l’home staging consente anche di farsi notare fin da subito. Considerato che il 90% degli acquirenti comincia le sue ricerche on-line, un servizio fotografico professionale della casa appena sistemata attirerà molta più attenzione sull’annuncio immobiliare ma anche sulla porta di casa.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

L’home staging è un servizio che sta aiutando molti agenti immobiliari e proprietari a vendere più in fretta e ad un prezzo migliore. Perchè dà valore al tuo immobile e lo distingue dal resto degli immobili sul mercato.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

Cogli anche tu questa occasione e smetti di cercare scuse per non farlo: la prima impressione è quella che conta! Crea fin da subito un valido processo di vendita e raccogli tutti i benefici di questo efficace servizio immobiliare.

Contattaci per un preventivo gratuito!

Vai alla gallery completa dell’intervento.

 

Continue Reading
Exemple

Vuoi vendere casa velocemente? Scopri il nostro ultimo intervento di Home Staging

Grazie ad un intervento di home staging pianificato ed attento riusciamo ad incrementare il valore iniziale del tuo immobile, ridurre notevolmente i tempi di vendita e diminuire il deprezzamento.

L’home staging è una tecnica di valorizzazione immobiliare che consiste nella preparazione di un immobile al fine della vendita o dell’affitto. Valorizzare un immobile vuol dire renderlo più appetibile agli occhi di un potenziale acquirente. Questo risultato si ottiene in seguito ad uno studio dell’immobile e alla realizzazione di un allestimento che ne esalti i pregi e lo renda più armonioso e accogliente. Si può eseguire sia su immobili nuovi sia su case abitate.
I benefici dell’ home staging sono molteplici, primo tra tutti la possibilità di vendere più velocemente e ad un prezzo migliore. Un immobile più bello e preparato si distingue dagli altri, attira molto più interesse ed è quindi più facile da vendere. Perchè funziona? Perchè sarà più facile per il tuo potenziale acquirente sentirsi a casa fin da subito!

A Rimini, noi di Fenice Interiors attraverso la collaborazione dell’ agenzia Rossi Real Estate stiamo organizzando un Open Day per far conoscere al pubblico il nostro ultimo lavoro: un intervento di home staging realizzato in un prestigioso attico disposto su 2 livelli, attualmente in vendita.

Ti aspettiamo venerdì 15 Luglio dalle ore 14.00 alle ore 20.00 in Via Vega angolo Via Pegaso, 1/M a Rimini!

Ingresso libero e rinfresco.

Vedi l’evento su Facebook

home staging per vendere casa velocemente

Continue Reading

Siamo arrivati in fondo alla nostra rubrica. Limita la scelta è il nostro ottavo e ultimo consiglio per arredare la tua casa.

Nell’articolo precedente abbiamo parlato di come definire dei punti fissi. Questo piccolo trucco ti aiuterà a semplificare notevolmente la progettazione dei tuoi interni. Ma cosa manca ancora?

A quali altri rischi puoi andare incontro?

limita la scelta

Fenice Consiglia #8: limita la scelta!

Un altro rischio a cui potresti andare incontro, è quello di farti distrarre dalle migliaia proposte del mercato.

Il mercato attuale è vastissimo di offerte per l’arredamento e di idee bellissime. Per non parlare del web, con i suoi numerosi con social a tema e immagini di ambientazioni. In mezzo a così tante proposte, dover scegliere una sola cosa per la propria casa diventa davvero difficile!

Quindi cosa fare?

La soluzione vincente in questo caso è fare una selezione delle cose che ti piacciono di più. Puoi ad esempio stabilire uno stile di arredamento (moderno, classico, nordico, shabby ecc.) e decidere a quali stanze applicarlo: ti aiuterà a selezionare i negozi da visitare. Oppure, potresti stabilire una scala cromatica con i colori che preferisci, così ti sarà più facile scartare tutto ciò che non rientra nella tua scala.

Utilizza questo metodo ogni volta che devi prendere una decisione: restringi il più possibile il tuo campo di scelta. In questo modo riuscirai a prendere decisioni molto più in fretta. Ma soprattutto non ti farai più distrarre dalle tante cose belle che vedrai!


Ti piaciuta la nostra rubrica Fenice Consiglia?

Lascia i tuoi dubbi e le tue domande nei commenti qui sotto, ci serviranno per migliorarla!

E non esitare a mandarci le foto delle ambientazioni che hai creato grazie ai nostri consigli 🙂

Buon arredamento!

Continue Reading

Ti è piaciuto il consiglio dell’ articolo precedente? E’ il momento di entrare ancora più nel dettaglio e affrontare un passaggio fondamentale per un progetto di interni: definisci dei punti fissi.

Dopo aver parlato di bisogni primari e secondari, cerchiamo di capire come utilizzare al meglio lo spazio a disposizione ma, soprattutto, come non sprecarne.

 

definisci dei punti fissi

Fenice Consiglia #7: definisci dei punti fissi!

Diciamoci la verità: non si può avere tutto.

A tutti piacerebbe avere il divano grande, la cucina spaziosa, la vasca idromassaggio e pure la camera con il letto a forma di cuore. Scusa, quanto è grande la tua casa?

Talvolta dobbiamo essere realisti.

Arredare casa è spesso una questione di compromessi: rinunciare una cosa per averne un’altra. Per questo è importante riuscire ad identificare le cose a cui non puoi rinunciare. Cos’è più importante per te? Di cosa non vorresti fare a meno? Cosa invece non è così indispensabile?

Queste sono le domande che ti aiuteranno a capire quali sono i tuoi punti fissi. E proprio perché si chiamano punti fissi, definiscili e non cambiarli più! Piuttosto, continua a progettare la tua casa intorno ad essi. Questo piccolo trucco ti aiuterà a non cambiare idea troppo spesso (consiglio #4, ricordi?) e ad evitare confusione inutile.

Naturalmente qualsiasi cosa può diventare un tuo punto fisso. Un pavimento colorato, un complemento d’arredo che ami particolarmente, un mobile acquistato in precedenza.

Hai visto come ogni cosa di cui abbiamo parlato torna a chiudere il cerchio? Con la consapevolezza degli gli errori da evitare e gli strumenti per prendere delle decisioni importanti, potrai creare un arredamento bello e funzionale per la tua casa.

Ma abbiamo un altro fantastico consiglio per te, l’ultimo della nostra rubrica: limita la scelta.

Come sempre, attendiamo i tuoi commenti!

Continue Reading

Stabilisci le tue esigenze è il nostro consiglio numero 6. Ma prima di parlarne vorremmo sapere: hai provato a seguire i nostri consigli per arredare e a progettare gli ambienti di casa tua? Com’è andata? 😉

Sicuramente all’inizio potrebbe non essere facile capire dove sia meglio posizionare questo o quell’altro arredo, ma ad un certo punto ti accorgerai di aver trovato una buona soluzione per la tua casa. Fino a che non ti soddisfa, continua a fare tentativi!

Nel frattempo, cercheremo di aiutarti con un altro consiglio che ti consentirà di capire come sfruttare al meglio i tuoi ambienti.

stabilisci le tue esigenze

Fenice Consiglia #6: stabilisci le tue esigenze.

Nella nostra casa svolgiamo numerose funzioni che possiamo suddividere in due grandi categorie: le funzioni derivanti da esigenze primarie e quelle derivanti da esigenze secondarie.

Le esigenze primarie ovviamente sono legate ai bisogni primari: mangiare, dormire, lavarsi… Infatti non potremmo mai fare a meno di avere in casa nostra una cucina, un letto, una doccia e così via.

Le esigenze secondarie, invece, sono legate alla tua personalità. Ti piace cucinare oppure non vuoi niente a che fare con piatti e padelle? Ti piace guardare film in compagnia o preferisci leggere un libro in silenzio? Inviti spesso persone a cena o sei più tipo da ristorante?

Le risposte a queste domande sono quelle che dovrai tradurre in soluzioni.

E’ molto semplice: significa che quando avrai stabilito le tue esigenze, specie quelle secondarie, dovrai cercare la soluzione corrispondente. Per esempio, se ti piace cucinare probabilmente vorrai una cucina spaziosa. Se cucini poco o nulla, la tua cucina potrà occupare meno spazio. Se ti piace guardare film in compagnia, un grande divano è quello che fa per te. Delle comode poltrone sono forse più adatte a chi ama la lettura.

Potrebbe sembrare banale, ma avere le idee chiare sulle proprie esigenze, ti aiuterà in ben due casi. Innanzitutto, quando progetterai la tua casa, saprai come sfruttare al meglio gli spazi. In secondo luogo, quando vedrai una cosa che ti piace in un negozio o su una rivista, capirai subito se fa al caso tuo.

Nel prossimo articolo ti aspetta un altro consiglio davvero utile per te: definire dei punti fissi.

Speriamo che questi consigli ti stiano piacendo, perché non ce lo fai sapere nei commenti? 😉

 

Continue Reading

Come arredare la tua casa: i consigli di Fenice Interiors continuano! E siamo arrivati al numero 5: progetta.

Attraverso questi consigli vogliamo aiutarti a focalizzare la tua attenzione sulle cose importanti e consentirti di mantenere un certo controllo della situazione. Arredare diventerà sicuramente più facile!

Andiamo a leggere il consiglio #5 (oppure torna al consiglio #4)

progetta

Fenice Consiglia #5: progetta!

Sì, hai letto bene. Per arredare la tua casa devi metterti nei panni di un vero e proprio professionista!

Divertiti a cercare la posizione ottimale per i tuoi arredi. Carta millimetrata e carta lucida trasparente ti saranno d’aiuto per fare tutti gli esperimenti del caso. Valuta gli spazi della tua casa e cerca di sprecarne il meno possibile. Sfrutta al massimo la luce naturale e intervieni con la luce artificiale corretta per ogni stanza. Verifica la posizione degli impianti (acqua, luce, gas, riscaldamento…) e scegli la soluzione meno onerosa per intervenire.

Definire un progetto è fondamentale per evitare sprechi di spazio e mantenere la visione di insieme. E ti consentirà di avere sempre la situazione sotto controllo.

Sia chiaro che questo passaggio non è immediato: un progetto di interni ben fatto è spesso frutto di numerosi tentativi, durante i quali si valutano costantemente i pro e i contro di ogni situazione. Alcune scelte potrebbero essere vincolate da elementi di carattere architettonico (es. la posizione delle finestre o le altezze interne di un sottotetto), mentre per altre è necessario soffermarsi a ragionare un po’ di più. Il raggiungimento di una soluzione definitiva è quindi un processo fatto di scelte che si susseguono una dopo l’altra.

Nel prossimo articolo parleremo ancora di arredamento e ristrutturazioni con un consiglio che ti aiuterà a trovare facilmente soluzioni per la tua casa: stabilisci le tue esigenze.

Che ne pensi di questo articolo? Lascia un commento per farcelo sapere, per noi è molto importante e ci consentirà di migliorare nei nostri articoli futuri 🙂

Continue Reading