Hai una casa in vendita? Per non commettere questi 4 errori, pensa a lei come ad un prodotto commerciale.

Se hai una casa in vendita, non commettere questi 4 errori

Niente più casa-dolce-casa, l’immobile deve essere trattato come ogni prodotto in vendita su qualsiasi scaffale del supermercato: deve essere preparato al fine di attirare l’attenzione di chi potrebbe acquistarlo. Dal colore della confezione, al posizionamento all’interno del negozio, anche la preparazione di una casa ha delle regole da rispettare in modo da colpire i potenziali acquirenti.

Ma perché è così difficile vedere la propria casa con occhi diversi?

Perché la casa è inevitabilmente legata a ricordi ed emozioni, momenti di vita e legami affettivi. Ed è difficile scindere l’idea del nido domestico dal prodotto commerciale che si sta mettendo in vendita. Questa situazione è assai frequente e può portare ad agire in maniera tale da compromettere il processo di vendita della casa stessa.

Quindi quali sono i 4 errori che si possono commettere vendendo casa? Andiamo a vederli.

1) Non investire soldi nella preparazione dell’immobile

“Perché dovrei spendere soldi per una casa che devo vendere? Preferisco spendere qualcosa in più per la nuova casa che acquisterò!” 

Chi viene a visitare la tua casa vuole trovare un prodotto accogliente, pulito e ordinato e bello da vedere. Non si innamorerà mai dei tuoi quadri e foto di famiglia, dei ricordi dei tuoi viaggi, dei giochi dei bambini in disordine o del tuo vecchio divano. Vorrà piuttosto immaginarsi la sua nuova vita in un ambiente fresco e piacevole. Investire una piccola cifra iniziale per valorizzare la tua casa e renderla più bella, permetterà ai tuoi visitatori di percepirne i punti di forza e la bellezza.

2) Pensare che la casa vada bene così com’è

“La mia casa è a posto, l’ho sempre tenuta bene e non serve farci nulla!”

Tutte le case possono essere migliorate. Un ambiente vuoto deve essere riempito affinché vi sia una migliore comprensione di come utilizzare gli spazi. Un ambiente troppo pieno deve essere “alleggerito” per non apparire piccolo. Chi visita la tua casa e la vede per le prima volta, sarà maggiormente colpito se ci sono equilibrio e armonia tra spazi, arredi, luci e colori, i quali generano emozioni positive e fanno sì che la ricordi più facilmente.

3) Rimandare la preparazione

“Prima proviamo così e vediamo come va, al massimo lo facciamo dopo!”

Il momento di maggior interesse verso un immobile è all’inizio, quando esce il nuovo annuncio immobiliare. E allora perché non presentarlo al meglio per cogliere subito questa opportunità? Chi sta cercando casa e viene colpito dalle tue foto, deciderà anche di visitare il tuo immobile prima di tutti gli altri in vendita nella stessa zona.

4) Chiedere un prezzo troppo alto

Un altro frutto del legame affettivo che si ha con la propria casa è la tendenza a sopravvalutarla. Eppure è con il mercato che dobbiamo fare i conti: se la cifra richiesta è troppo alta, il rischio è che l’immobile resti invenduto a lungo e prima o poi sarai costretto a ribassare. Se invece il prezzo è concorrenziale, un potenziale acquirente sarà ben più incentivato a visitare la tua casa prima delle altre.

Stai commettendo questi 4 errori anche tu?

Per riuscire a vedere la propria casa come un prodotto commerciale, è fondamentale osservarla dal punto di vista del potenziale acquirente che la vede per la prima volta. Se il giardino è tenuto male, con le erbacce alte e i rami secchi, avrà subito la tentazione di scappare via. Se il giardino è invece ordinato e pulito, con l’erba tagliata e magari un tavolino per la colazione, sarà ben più invogliato non solo a proseguire la visita, ma anche a valutare un acquisto.

Che cosa pensi di questo articolo? Sei d’accordo con noi o pensi che preparare l’immobile prima della vendita non sia importante? Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi, lasciaci un commento qui sotto 🙂

Continue Reading

Quante volte hai dovuto abbassare la tua provvigione per ottenere un incarico?

Fino a pochi anni fa, gli immobili si vendevano “da soli”, poi la crisi ha fermato il mercato immobiliare: i prezzi sono scesi e i tempi di vendita sono cresciuti enormemente. E in un momento in cui c’è tanto invenduto, spesso l’unico modo per chiudere un contratto è abbassare la provvigione. Prima che se ne vadano da un altro agente.

Questo modo di operare ha portato ad una vera e propria guerra al ribasso all’interno della categoria degli agenti immobiliari. Farsi pagare diventa sempre più difficile.

agente immobiliare provvigione

Perché i proprietari fanno fatica a pagare la provvigione agli agenti immobiliari?

La ragione principale è soltanto una: i proprietari percepiscono l’agenzia immobiliare come un costo necessario piuttosto che un valido servizio di cui usufruire.

Il lavoro di un agente immobiliare è composto da numerosi compiti, come analizzare il mercato, definire il giusto prezzo dell’immobile, pubblicizzarlo, ricercare potenziali acquirenti, coordinare le visite ecc.

Eppure non c’è nulla di tutto questo che il proprietario percepisca come un servizio di qualità: ciò che puoi fare tu, può farlo benissimo un altro agente immobiliare ad un prezzo inferiore.

Pagheresti mai un prezzo maggiore per un’auto, se puoi trovare la stessa auto ad un prezzo più basso in un’altra concessionaria? No, ovviamente. Sarai disposto a pagare di più solo se la prima auto ha delle caratteristiche differenti: maggiore cilindrata, cerchi in lega, ecc.

La stessa cosa succede quando i proprietari non comprendono la differenza tra te e un altro agente immobiliare e cercano di spendere il meno possibile.

Ma c’è anche una bella notizia in tutto questo: saranno invece disposti a spendere di più per il tuo servizio di qualità superiore.

homestageralovers

L’home staging come soluzione

Qualcuno l’ha già fatto prima di te. In America lo fanno da 40 anni, nelle grandi città italiane si utilizza già da qualche anno. E prende piede velocemente.

Allestire, pulire, ordinare riparare i guasti, mettere luci e colori dove servono, sono accorgimenti che permetteranno di farlo apparire più grande, luminoso e accogliente.

La decisione di acquistare un immobile avviene soprattutto per fattori di carattere emozionale. Alcuni studi americani sostengono che il potenziale acquirente decida di effettuare il suo acquisto nei soli primi 90 secondi della sua visita.

Quando un immobile è ben preparato, è possibile vendere in tempi più brevi e ottenere il miglior prezzo possibile.

Ora ti starai chiedendo: “Ma se non riesco a farmi pagare la provvigione, come posso chiedere anche i soldi per l’home staging?”

Se hai compreso l’importanza di questo servizio, è fondamentale riuscire a proporlo nel migliore dei modi. Ti servirà un piano di lavoro che elenchi chiaramente i tuoi servizi e gli strumenti che utilizzi per ridurre i tempi di vendita di un immobile.

Solo così non sarai “uno dei tanti” agli occhi dei proprietari, ma diventerai l’agente immobiliare con una marcia in più.

Il nostro obiettivo è quello di aiutarti a valorizzare e distinguere i tuoi immobili e la tua agenzia immobiliare, per non dover più trattare sul tuo compenso ma affinché ti venga riconosciuto quello che ti spetta per il tuo lavoro.

contatti-visite-opportunita

Tre regole base per lavorare con l’ home staging

Per lavorare con l’ home staging sono indispensabili alcune regole. Vediamole insieme:

  • Incarichi in esclusiva

Utilizzare l’home staging senza un incarico in esclusiva significa sprecare tutto l’investimento di marketing facendoli vendere a qualcun altro. Comincia subito dalle tue prossime acquisizioni ad ottenere incarichi in esclusiva. Potrai comunque informare i tuoi proprietari che, come molti altri agenti, ti avvali di una fidata rete di collaboratori.

  • Vendere al giusto prezzo

L’home staging può incrementare il valore dell’immobile, ma questo deve sempre essere messo in vendita al giusto prezzo. Abbi il coraggio di dire NO ai proprietari che hanno una richiesta fuori mercato e chiedono un prezzo troppo alto.

  • Motivazione a vendere alta

E’ importante che i proprietari abbiano una reale necessità di vendere e siano motivati a farlo. Solo così saranno disposti a migliorare le condizioni della loro casa prima di metterla sul mercato. Questo è indispensabile per raggiungere l’obiettivo comune: vendere nel più breve tempo possibile. Niente scuse!

Cosa ne pensi di questo articolo? Faccelo sapere nei commenti!

Le immagini in questo articolo sono tratte da uno dei video dell’ Associazione Nazionale Home Staging Lovers proprietaria degli stessi.
Continue Reading

Nonostante i numerosi annunci e il cartello “vendesi”, il tuo problema è sempre lo stesso: “non riesco a vendere casa”.

Ma ti sei mai chiesto perché un immobile resta fermo a lungo sul mercato?

Le motivazioni possono essere tante: prezzo troppo alto? Caratteristiche intrinseche/estrinseche dell’immobile che non rispecchiano la domanda? Può darsi. Tuttavia c’è un’altra ragione per cui un immobile ha difficoltà ad essere venduto.

Guardiamo insieme queste immagini e scopriamo perché vendere casa è così difficile.

“Perchè non riesco a vendere casa?”

appartamento_vendita_misano_adriatico_foto_print_533423230

appartamento_vendita_rimini_foto_print_532819994

appartamento_vendita_rimini_foto_print_507965082

Osserva le immagini e dimmi, che sensazione ti trasmettono?

Confusione, disordine, bruttezza, non è vero? Ebbene, queste sono solo alcune delle foto che si possono trovare su immobiliare.it, uno dei più grandi portali di compravendita immobiliare.

La maggior parte degli annunci immobiliari contiene foto di questo tipo: le case vengono presentate ai potenziali acquirenti con queste immagini. Se fossi tu a fare una ricerca sul web della tua prossima casa e trovassi queste foto, andresti mai a vederla?

La vetrina che dovrebbe attirare l’attenzione sulla tua casa in vendita, piuttosto che dire “clicca su di me!” sta dicendo ai tuoi potenziali acquirenti…“scappa finché puoi!” 

E di sicuro qualcuno scappa veramente.

Tu vuoi ben altro.

Tu vuoi che decine di persone interessate vedano il tuo annuncio; più persone interessate significa più visite; più visite significa più probabilità di ricevere un’offerta in tempi brevi.

Come si fa?

Distinguere e valorizzare

Se ne tuo quartiere ci sono altri 25 immobili in vendita simili al tuo, come pensi di attirare visitatori sulla tua porta invece che su quella dei tuoi concorrenti? Cosa farai per non essere il 26° immobile ad essere visitato da un potenziale acquirente?

Abbiamo capito che pubblicare un annuncio immobiliare con le foto che hai appena visto difficilmente ti aiuterà a raggiungere il tuo obiettivo: la prima impressione ha un’importanza fondamentale per far sì che i potenziali acquirenti clicchino sul tuo annuncio e ti contattino per una visita.

E quello che devi fare è molto semplice.

Per attirare l’attenzione sulla tua casa ti devi distinguere dal resto del mercato. Devi avere foto come queste da presentare insieme al tuo annuncio immobiliare:

Non riesco a vendere casa: ecco come portare più visitatori alla tua porta

Non riesco a vendere casa: ecco come portare più visitatori alla tua porta

Non riesco a vendere casa: ecco come portare più visitatori alla tua porta

E ora, che sensazioni ricevi? Armonia, ordine, calore. Le emozioni che ogni persona vorrebbe provare pensando alla sua futura casa.

L’emozione come carta vincente

Quando un immobile è preparato per la vendita e presentato in maniera efficace con delle belle immagini, è più facile per il visitatore immaginarsi nella sua nuova casa. Penserà di bere il caffè in terrazza e di rilassarsi in soggiorno, come fosse già un po’ casa sua. E’ un impatto che lascia in lui sensazioni positive e se ne ricorderà più facilmente.

Il tuo problema non sarà più “non riesco a vendere casa!” ma quello di dover gestire numerosi appuntamenti. Non vorresti anche tu un problema così?! 😉

Ma i benefici non finiscono qui: una presentazione efficace aumenta la qualità percepita dell’immobile e ne consegue uno sconto minore in fase di trattativa. E se sei un agente immobiliare, potrai usarlo anche per incrementare la tua provvigione!

Se anche tu hai un immobile fermo da tempo sul mercato, sappi che devi valorizzarlo e distinguerlo per presentarlo al meglio ai tuoi potenziali acquirenti: non lasciare che vadano dai tuoi concorrenti, ma mostra loro come potranno vivere la loro vita nella loro nuova, bellissima casa.

Continue Reading

Se anche tu vuoi vendere casa velocemente, devi sapere una cosa: ribassare NON è l’unica soluzione.

Eppure è la strada che scelgono molti proprietari, specie se l’ immobile è invenduto da tempo.

Ha fatto così anche la signora Anna.

Anna era esasperata, da 4 anni cercava di vendere la sua casa senza trovare l’acquirente ideale. Ma era stanca di dedicare tempo ed energie a quell’immobile, così per liberarsene una volta per tutte, piuttosto che investire una piccola somma in un intervento di home staging, ha deciso di svenderlo.

Questo è ciò che succede quando i proprietari non ne possono più di avere quella maledetta casa sul groppone: non vogliono spendere e decidono di ribassare.

Ma non è forse la stessa cosa? 

Vendere casa velocemente con l'home staging

 

Ribassare o spendere?

Nonostante l’home staging sia un’ottima soluzione per vendere gli immobili fermi sul mercato, la scusa più frequente per non farlo è proprio “non voglio spendere”.

Ma senza home staging, ti rimane solo una cosa da fare per vendere casa velocemente: ribassare il prezzo. Una volta, due volte, tre volte finché la casa non sarà praticamente in svendita.

Ma ribassare, non significa comunque spendere?

Sì, ribassare è una perdita e ti costerà caro. Gli immobili subiscono un ribasso anche del 10% quando rimangono a lungo sul mercato. Un intervento di home staging, invece, va dall’ 1% al 5% del valore dell’immobile, con tutti i benefici che ne conseguono.

Ribassare è la vera spesa. Intervenire per valorizzare significa invece investire per avere un maggior ritorno economico.

Vendere casa velocemente con l'home staging

Vendere casa velocemente con l’home staging

Cosa puoi imparare dalla storia della signora Anna? Due cose, almeno.

La prima è che scegliendo di fare l’home staging fin da subito, crei un valido processo di vendita. Aumenti l’interesse e le offerte dei potenziali acquirenti, vendi in meno tempo e riduci lo stress che deriva dalle operazioni di messa in vendita.

La seconda è che, se hai un immobile invenduto da tempo, dovresti prendere in considerazione l’idea di darci finalmente un taglio. Attivati per comprendere quali sono i punti di forza della tua casa e come valorizzarla al meglio.

Quindi, quando metterai in vendita la tua prossima casa, pensa bene a cosa farai. Deciderai di investire in un intervento che possa aiutarti a vendere velocemente? O preferisci aspettare per mesi l’acquirente ideale che stia cercando proprio il tuo immobile?

Ora ti sveliamo un segreto: l’acquirente ideale non esiste. Esistono solo persone che stanno cercando il prossimo posto in cui andare a vivere, un luogo che possano riempire di ricordi ed emozioni. E tu devi farle sentire subito a casa!

Se trovi utile questo articolo, lasciaci un commento oppure contattaci per un preventivo gratuito.

 

 

 

Continue Reading
Exemple

Prima e dopo l’ Home Staging

Il nostro Open Day è stato un successo! Tanti agenti immobiliari e proprietari di immobili, curiosi di conoscere l’ home staging, hanno partecipato al nostro Open Day e hanno scoperto com’è cambiato l’appartamento prima e dopo il nostro intervento.

L’appartamento in cui abbiamo realizzato il nostro ultimo intervento di home staging è un attico su due livelli, nuovo e fermo sul mercato da quattro anni. Si presentava completamente vuoto e non finito. Il principale problema di chi visitava l’immobile era la mancata percezione degli spazi e del loro possibile utilizzo.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

L’inserimento di pochi arredi mirati e di complementi, ha consentito di cambiare immediatamente l’aspetto dell’immobile. Gli spazi sono più comprensibili ed è più semplice per un potenziale acquirente immaginare la vita nella sua nuova casa.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

Non solo gli spazi, ma anche luce e colori sono importanti in un intervento di home staging affinchè il potenziale acquirente possa fin da subito percepire un senso di accoglienza. Prima e dopo l’intervento la sensazione è diversa.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

Inoltre, l’home staging consente anche di farsi notare fin da subito. Considerato che il 90% degli acquirenti comincia le sue ricerche on-line, un servizio fotografico professionale della casa appena sistemata attirerà molta più attenzione sull’annuncio immobiliare ma anche sulla porta di casa.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

L’home staging è un servizio che sta aiutando molti agenti immobiliari e proprietari a vendere più in fretta e ad un prezzo migliore. Perchè dà valore al tuo immobile e lo distingue dal resto degli immobili sul mercato.

Prima e dopo l' Home Staging: come cambia la tua casa.

Cogli anche tu questa occasione e smetti di cercare scuse per non farlo: la prima impressione è quella che conta! Crea fin da subito un valido processo di vendita e raccogli tutti i benefici di questo efficace servizio immobiliare.

Contattaci per un preventivo gratuito!

Vai alla gallery completa dell’intervento.

 

Continue Reading
Exemple

Vuoi vendere casa velocemente? Scopri il nostro ultimo intervento di Home Staging

Grazie ad un intervento di home staging pianificato ed attento riusciamo ad incrementare il valore iniziale del tuo immobile, ridurre notevolmente i tempi di vendita e diminuire il deprezzamento.

L’home staging è una tecnica di valorizzazione immobiliare che consiste nella preparazione di un immobile al fine della vendita o dell’affitto. Valorizzare un immobile vuol dire renderlo più appetibile agli occhi di un potenziale acquirente. Questo risultato si ottiene in seguito ad uno studio dell’immobile e alla realizzazione di un allestimento che ne esalti i pregi e lo renda più armonioso e accogliente. Si può eseguire sia su immobili nuovi sia su case abitate.
I benefici dell’ home staging sono molteplici, primo tra tutti la possibilità di vendere più velocemente e ad un prezzo migliore. Un immobile più bello e preparato si distingue dagli altri, attira molto più interesse ed è quindi più facile da vendere. Perchè funziona? Perchè sarà più facile per il tuo potenziale acquirente sentirsi a casa fin da subito!

A Rimini, noi di Fenice Interiors attraverso la collaborazione dell’ agenzia Rossi Real Estate stiamo organizzando un Open Day per far conoscere al pubblico il nostro ultimo lavoro: un intervento di home staging realizzato in un prestigioso attico disposto su 2 livelli, attualmente in vendita.

Ti aspettiamo venerdì 15 Luglio dalle ore 14.00 alle ore 20.00 in Via Vega angolo Via Pegaso, 1/M a Rimini!

Ingresso libero e rinfresco.

Vedi l’evento su Facebook

home staging per vendere casa velocemente

Continue Reading

Siamo arrivati in fondo alla nostra rubrica. Limita la scelta è il nostro ottavo e ultimo consiglio per arredare la tua casa.

Nell’articolo precedente abbiamo parlato di come definire dei punti fissi. Questo piccolo trucco ti aiuterà a semplificare notevolmente la progettazione dei tuoi interni. Ma cosa manca ancora?

A quali altri rischi puoi andare incontro?

limita la scelta

Fenice Consiglia #8: limita la scelta!

Un altro rischio a cui potresti andare incontro, è quello di farti distrarre dalle migliaia proposte del mercato.

Il mercato attuale è vastissimo di offerte per l’arredamento e di idee bellissime. Per non parlare del web, con i suoi numerosi con social a tema e immagini di ambientazioni. In mezzo a così tante proposte, dover scegliere una sola cosa per la propria casa diventa davvero difficile!

Quindi cosa fare?

La soluzione vincente in questo caso è fare una selezione delle cose che ti piacciono di più. Puoi ad esempio stabilire uno stile di arredamento (moderno, classico, nordico, shabby ecc.) e decidere a quali stanze applicarlo: ti aiuterà a selezionare i negozi da visitare. Oppure, potresti stabilire una scala cromatica con i colori che preferisci, così ti sarà più facile scartare tutto ciò che non rientra nella tua scala.

Utilizza questo metodo ogni volta che devi prendere una decisione: restringi il più possibile il tuo campo di scelta. In questo modo riuscirai a prendere decisioni molto più in fretta. Ma soprattutto non ti farai più distrarre dalle tante cose belle che vedrai!


Ti piaciuta la nostra rubrica Fenice Consiglia?

Lascia i tuoi dubbi e le tue domande nei commenti qui sotto, ci serviranno per migliorarla!

E non esitare a mandarci le foto delle ambientazioni che hai creato grazie ai nostri consigli 🙂

Buon arredamento!

Continue Reading

Sei pronto a scoprire con noi il segreto dell’home staging?

Non importa quale sia il prezzo della casa che stai mettendo in vendita, qualunque casa può essere migliorata. Dal casale di campagna all’appartamento in città, i principali interventi da realizzare per preparare una casa alla vendita si possono racchiudere in poche semplici regole.

Ma perché è necessario tutto questo? Perché non possiamo mettere una casa in vendita sul mercato così com’è?

Nonostante l’home staging abbia numerosi benefici per chi vende casa, c’è una sola ragione per cui questa tecnica funziona davvero.

il segreto dell'home staging

Il segreto dell’home staging

Sentirsi a casa. E’ esattamente questo ciò che vuole un potenziale acquirente quando varca la soglia della tua casa per la prima volta, desidera sentirsi accolto come se quella casa gli appartenesse già. L’emozione è la chiave di tutto e il tempo che abbiamo a disposizione affinché avvenga il colpo di fulmine è brevissimo: soli 90 secondi. 

E quindi come possiamo generare questa emozione? Come possiamo far sì che l’acquirente percepisca fin da subito lo stile di vita della sua nuova casa?

10 regole per sentirsi a casa

#1 Pulire e ordinare: rimuovi tutti gli oggetti personali e il disordine da ogni stanza. Riordina gli armadi, pulisci a fondo e rimuovi gli odori. Fai il letto.

#2 Illumina e fai risplendere: questo non ha a che fare solo con l’illuminazione artificiale dei tuoi ambienti, ma anche con la luce che viene da fuori. Pulisci i vetri, le porte, gli apparecchi illuminanti, sostituisci le tende, elimina ogni ostacolo alla luce naturale, ripara lampadari e sostituisci le lampadine non funzionanti. Assicurati che le finestre si aprano facilmente.

#3 Impianti elettrici ed idraulici: campanelli, interruttori, quadro elettrico, tutto deve funzionare bene. Ripara i rubinetti che perdono nei lavandini e i wc se non funzionano correttamente.

#4 Giardino: taglia l’erba del prato, rimuovi erbacce, rami secchi e sporcizia. Pianta fiori, arbusti e aggiungi del verde accanto all’ingresso.

#5 Valorizza gli ambienti: riorganizza gli arredi e i complementi per far apparire la casa spaziosa, aggiungi fiori e piante, decorazioni e quadri. Le case vuote vanno allestite con un arredamento minimo.

#6 Tappeti: pulisci o sostituisci i tappeti logori, accertati che siano sicuri e non ci sia il rischio di inciampare.

#7 Pavimenti: ripara o sostituisci mattonelle danneggiate e crepe nei pavimenti. Pulisci le fughe dove necessario, elimina le macchie.

#8 Tinteggia: imbianca ogni parete e stucca i fori nei muri. Considera di rimuovere vecchi rivestimenti o parati o di aggiungere colore ad una o due pareti. Utilizza colori neutri.

#9 Cucina e bagno: ripara tutto ciò che è danneggiato (pensili, cassetti, armadiature, specchi, box doccia, piastrelle…) e assicurati che tutto funzioni correttamente. Aggiungi asciugamani e tappeti, fiori e candele.

#10 Dipingi gli esterni: per le case indipendenti anche l’esterno è importante, è la prima cosa che vede un acquirente. Valuta una rinfrescata al colore.

Un valore aggiunto al tuo immobile

Luce, ordine e pulizia servono a far sentire il tuo potenziale acquirente a casa e ad evocare in lui uno stile di vita, ma non solo: ogni intervento che realizzi è un valore aggiunto al tuo immobile e ti darà il massimo ritorno economico quando arriverà il momento della vendita.

E ora che ti abbiamo svelato il segreto dell’home staging, noi di Fenice Interiors ti aiuteremo a trovare la soluzione ideale per vendere la tua casa velocemente e ad un prezzo migliore. Contattaci, il primo appuntamento è gratuito!

Impara a distinguerti…l’home staging conviene!

Continue Reading

Ti è piaciuto il consiglio dell’ articolo precedente? E’ il momento di entrare ancora più nel dettaglio e affrontare un passaggio fondamentale per un progetto di interni: definisci dei punti fissi.

Dopo aver parlato di bisogni primari e secondari, cerchiamo di capire come utilizzare al meglio lo spazio a disposizione ma, soprattutto, come non sprecarne.

 

definisci dei punti fissi

Fenice Consiglia #7: definisci dei punti fissi!

Diciamoci la verità: non si può avere tutto.

A tutti piacerebbe avere il divano grande, la cucina spaziosa, la vasca idromassaggio e pure la camera con il letto a forma di cuore. Scusa, quanto è grande la tua casa?

Talvolta dobbiamo essere realisti.

Arredare casa è spesso una questione di compromessi: rinunciare una cosa per averne un’altra. Per questo è importante riuscire ad identificare le cose a cui non puoi rinunciare. Cos’è più importante per te? Di cosa non vorresti fare a meno? Cosa invece non è così indispensabile?

Queste sono le domande che ti aiuteranno a capire quali sono i tuoi punti fissi. E proprio perché si chiamano punti fissi, definiscili e non cambiarli più! Piuttosto, continua a progettare la tua casa intorno ad essi. Questo piccolo trucco ti aiuterà a non cambiare idea troppo spesso (consiglio #4, ricordi?) e ad evitare confusione inutile.

Naturalmente qualsiasi cosa può diventare un tuo punto fisso. Un pavimento colorato, un complemento d’arredo che ami particolarmente, un mobile acquistato in precedenza.

Hai visto come ogni cosa di cui abbiamo parlato torna a chiudere il cerchio? Con la consapevolezza degli gli errori da evitare e gli strumenti per prendere delle decisioni importanti, potrai creare un arredamento bello e funzionale per la tua casa.

Ma abbiamo un altro fantastico consiglio per te, l’ultimo della nostra rubrica: limita la scelta.

Come sempre, attendiamo i tuoi commenti!

Continue Reading

Hai un immobile in vendita e ti stai chiedendo se serve davvero un intervento di home staging? Scommetto che che tra le scuse frequenti di cui parleremo c’è anche la tua!

Se hai letto quali sono i benefici dell’home staging e compreso quante situazioni vantaggiose può generare nel processo di vendita del tuo immobile, non dovresti avere più dubbi. L’home staging può davvero aiutarti a vendere casa velocemente e ad un prezzo migliore. Giusto?

Giusto, almeno in teoria. Perché c’è sempre qualcuno che replica con almeno un’obiezione di fronte ad una proposta di allestimento e valorizzazione del suo immobile. Possiamo individuare cinque diverse categorie di scuse frequenti:

  • non ho soldi
  • non ne ho bisogno
  • non ho fretta
  • non desidero farlo
  • non ci credo

Ti ritrovi in una di queste? Vediamole nel dettaglio.

Serve davvero un intervento di home staging? Ecco le scuse frequenti (e perché invece dovresti farlo)

Vendere casa con l’home staging: le scuse frequenti

Non ho soldi

Forse la prima obiezione in assoluto perché nessuno vuole spendere soldi per un immobile di cui si deve liberare. Ma l’home staging non è una spesa, bensì un investimento: devi spendere soldi per fare soldi. E’ un costo aggiuntivo, ma anche un valore aggiuntivo.

Se pensare di pulire, riparare, tinteggiare, ti sembra troppo costoso, immagina cosa potrebbe pensare un acquirente che deve sobbarcarsi anche quei lavori oltre all’acquisto della casa. I miglioramenti realizzati in anticipo possono portare un importante ritorno economico sul tuo investimento. E ti consentiranno anche di incrementare il prezzo iniziale dell’immobile.

Il costo di un intervento di home staging va dall’ 1 al 5% del valore dell’immobile, a seconda di quanto lavoro è necessario. Il deprezzamento dovuto ad uno stallo molto lungo sul mercato, invece, può arrivare anche al 10%. Che cosa preferisci?

Non ne ho bisogno

Hai fatto anche tu questa obiezione? Pensi che la tua casa vada bene così com’è?

Molti proprietari credono che non sia necessario intervenire, nemmeno per eliminare gli oggetti personali perché prima o poi arriverà l’amatore che si innamorerà del loro stile.

Ma dal momento in cui il tuo immobile viene messo sul mercato, non è più tua casa-dolce-casa: è un prodotto commerciale e deve essere venduto. L’home staging è una necessità per il mercato immobiliare ed è imperativo che la casa venga prima di tutto depersonalizzata.

Non ho fretta

Ciò che dovresti fare fin da subito è entrare nel processo di vendita della tua casa, o rischi di sprecare il tuo tempo.

L’home staging è un’opportunità per vendere velocemente e colpire l’interesse di molti più visitatori. Puoi decidere di non farlo e testare il mercato per qualche mese, ma nel frattempo molti potenziali acquirenti avranno già visto la tua casa e si saranno mossi verso i tuoi concorrenti.

Non desidero farlo

E’ assai probabile che tu non senta il desiderio di impacchettare oggetti, cambiare l’arredamento o fare piccole riparazioni. Ma se ti dicessimo che questo è il segreto per creare un valido processo di vendita, lo faresti? Ne varrebbe le pena?

Tenere la casa pulita e in ordine non è semplice e necessita del giusto atteggiamento mentale. Ma comprendere l’importanza di compiere questo passo ti darà la giusta motivazione per farlo.

Non ci credo

In Italia, la permanenza media sul mercato degli immobili è di 67 giorni con stage, contro 282 giorni senza stage (fonte dati 2015: Banca di Italia e Associazione Nazionale HSL). Noi di Fenice Interiors abbiamo venduto in 60 giorni questo immobile a Rimini.

L’home staging è una tecnica di valorizzazione che ha aiutato molti venditori ad ottenere i risultati che cercavano: vendere casa velocemente e ad un prezzo migliore. Tu cosa stai aspettando?


Siamo giunti alla fine di questo articolo.

Ti stai ancora chiedendo se serve davvero un intervento di home staging? Lasciaci le tue domande nei commenti e ti risponderemo! Oppure contattaci.

A presto!

Continue Reading