Era da tempo che Lucia voleva arredare la mansarda. 

Si era stancata di vederla sempre in disordine!

Quel locale basso e apparentemente inabitabile, era diventato il suo deposito per gli oggetti poco utilizzati. Una sorta di magazzino in cui riporre tutte quelle cose che non si buttano perché “non si sa mai”. E che alla fine si accumulano e restano impolverate per anni.

Anche per Lucia è stato così. E non ne poteva davvero più!

Così ha deciso di arredarla, di provare a sfruttare quello spazio male utilizzato e creare una zona relax e living.

Vuoi sapere com’è cambiata questa mansarda?

arredare la mansarda

Arredare la mansarda: nuova vita per il sottotetto

Arredare la mansarda comporta inevitabilmente tutta una serie di vincoli a cui si deve sottostare.

Primo tra tutti, quello delle altezze: poiché solo dove il tetto è più alto si possono individuare le zone per le funzioni principali.

Identificare gli spazi principali

arredare la mansarda

Così individuiamo quello che è il miglior posto per creare una confortevole zona living, con tanto di divano e TV. Scegliamo una bella carta da parati in modo da dare carattere a questo ambiente e illuminiamo l’angolo più buio con una bellissima lampada da terra di design prodotta da Artemide.

Su specifica richiesta della nostra cliente, troviamo posto anche per un piccolo ufficio. Decidiamo di posizionarlo sotto il lucernario, così da sfruttare la luce naturale diretta durante le ore diurne.

Per separare living e ufficio, ma senza chiudere troppo l’ambiente, ecco una bella soluzione: una libreria ad effetto “sospeso” che crea un effetto vedo-non-vedo.

Cosa fare invece dove il tetto scende e l’altezza si riduce?

Sfruttare ogni angolo

arredare la mansarda

In questo caso, abbiamo scelto di creare un angolo relax con poltrone a sacco. Ideali per fare due chiacchiere con gli amici o leggere un libro in tranquillità!

Infine, nei punti più bassi, si possono ricavare dei ripostigli oppure aggiungere elementi di arredo. In questo caso, un termoarredo a forma di panca funge anche da radiatore per riscaldare l’ambiente.

 

Che ne dici, ti piacciono queste idee per arredare la mansarda?

Leggi anche i nostri articoli: come arredare una cucina piccola e come arredare il soggiorno.

Continue Reading

Mario non era preoccupato solo per la sua cucina, perché doveva anche arredare il soggiorno.

E presentava alcuni problemi che non sapeva come risolvere.

Questo ambiente doveva ospitare l’arredamento per due importanti funzioni: la zona living e la sala da pranzo.

Ma c’erano dei vincoli.

Mario aveva già un divano piuttosto grande da posizionare, ed un pavimento in legno dal colore molto scuro per quella stanza relativamente piccola. Sostituire il pavimento, avrebbe avuto dei costi e dei disagi che avrebbe preferito evitare.

Quindi abbiamo cercato un’altra soluzione.

Abbiamo adottato il divano e il pavimento come punti fissi intorno ai quali costruire l’ambientazione per la nuova casa di Mario.

Arredare il soggiorno: come creare una location di design

Il divano, viste le sue dimensioni, poteva essere posizionato soltanto in una zona del soggiorno. Di è conseguenza, abbiamo dovuto studiare la miglior disposizione di tutti gli altri arredi.

Il pavimento scuro, invece, ci ha “costrette” all’utilizzo di colori chiari: sia per ottenere un piacevole contrasto, sia per dare più luminosità all’ambiente.

Il risultato ha decisamente stupito Mario.

Lo studio dei colori

arredare il soggiorno

La scelta è caduta su colori chiari e neutri come il bianco e il sabbia. Sono bianchi sia i mobili, sia il tavolo da pranzo. E sono bianche anche le pareti, eccetto una, che ha una finitura materica color sabbia.

La stessa finitura color sabbia è stata data alla veletta in cartongesso sopra il divano, con led ad incasso: ribassare leggermente il soffitto serve a rendere più accogliente e raccolta la zona relax.

Uno specchio sulla parete aiuta a dare maggior ampiezza al soggiorno.

Dividere ma non dividerearredare il soggiorno

Per arredare il soggiorno di Mario, era necessario identificare due aree: una per la zona living e una per la sala da pranzo.

Meglio dividerle o non dividerle?

Una parete divisoria avrebbe ostruito la luce e ridotto quella luminosità che stavamo cercando con l’utilizzo dei color chiari. Lasciando tutto aperto, invece, il tavolo da pranzo si sarebbe trovato proprio di fronte alla porta di ingresso.

Alla fine abbiamo capito che la miglior soluzione per questo soggiorno era un’altra.

La miglior soluzione era: dividere MA non dividere.

Ecco perché abbiamo scelto la tenda decorativa Foscari di De Castelli per creare un filtro tra l’ingresso e il pranzo. La tenda divisoria fa sì che la zona pranzo abbia più intimità, ma senza che appesantisca l’ambiente in quanto consente il passaggio della luce.

Non trovi anche tu che, con questa idea, il soggiorno di Mario sia elegantissimo? 😉

Continue Reading

Molte persone che devono arredare una cucina piccola, pensano che non si possa personalizzare. Che avendo spazi molto ridotti, non ci sia altra alternativa alle cucine dai moduli standard e prive di design.

Lo stesso valeva per Mario: quando ci ha chiamate era davvero disperato.

Doveva trasferirsi nella sua casa nuova appena comprata, un appartamento situato al primo piano di una palazzina recentemente costruita.

Ma la cucina era proprio piccola.

Aveva pochissimi metri a disposizione, un ingresso molto stretto ed una parete non arredabile perché in gran parte occupata dalla finestra.

arredare una cucina piccola

Gli sarebbe piaciuto creare una bella atmosfera nella sua nuova casa, ma secondo lui c’era ben poco da fare.

Come si può dare carattere ad una stanza così piccola?

Arredare una cucina piccola con stile si può!

Quello che Mario non sapeva è che, : si può dare carattere anche ad una stanza così piccola.

Si possono utilizzare luci e colori in modo da farla apparire luminosa, scovare soluzioni per recuperare spazio… insomma, si può creare una vera cucina di design anche con pochi metri quadrati a disposizione.

E così Mario si è giocato la sua ultima carta prima di rassegnarsi ad una cucina standard e senza stile.

Ha deciso di contattarci per vedere se noi saremmo state in grado di risolvere il suo problema e studiare una soluzione che fosse davvero… wow!

La ricerca dell’armonia e dello spazio

Naturalmente, riuscire a creare una bella location per questa piccola cucina, è stata una bella sfida!

Sfida che si è però risolta piacevolmente, soprattutto per la soddisfazione di vedere Mario granare gli occhi e dire: “ma è davvero la mia cucina?!”

Vediamo dunque quali sono state le carte vincenti di questa soluzione di interior design.

arredare la cucina

Illuminare, dare ampiezza, recuperare spazio: questi sono gli obiettivi fondamentali su cui ci siamo concentrate.

Da qui, la scelta di utilizzare il bianco lucido come finitura, che riflette e illumina. I pensili della cucina non arrivano al soffitto: in questo modo si evita di appesantire troppo l’ambiente che apparirebbe più piccolo. I led soprapensile, servono proprio ad aggiungere luce e profondità, così come lo specchio.

Il piano di lavoro è una penisola stondata e inclinata, con mensole a vista. In questo modo si recupera spazio per il passaggio e si evita di farsi male con pericolosi spigoli vivi.

Ed ecco il pensile tondo: vista dall’ingresso – quello stretto ingresso tanto odiato da Mario – la cucina è decisamente armonica e piacevole, con le stondature che invitano ad entrare.

Funzionalità e divertimento

arredare la cucina

Non dimentichiamoci però che la cucina serve anche e soprattutto per…mangiare!
Per questo, su richiesta di Mario, abbiamo ritagliato un grazioso angolo per la colazione.

(Il tavolo da pranzo, invece, si trova in soggiorno).

La penisola in legno bianco è stata pensata “a ribalta”, ovvero apribile solo quando serve. E’ illuminata direttamente da due pendenti a forma di goccia.

Infine, un pizzico di divertimento: la parete con finitura a lavagna! Per scrivere la lista della spesa ma anche per dare il buongiorno ai propri compagni di vita… 🙂

Questa è una delle nostre soluzioni per arredare una cucina piccola. Ti è piaciuta? Faccelo sapere nei commenti!

Continue Reading

Anche a Rimini è arrivato l’ Home Staging!

Ecco il servizio che ti consentirà di vendere casa velocemente e al miglior prezzo di mercato.

Chi siamo

Siamo Patrizia e Ambra di Fenice Interiors. Rispettivamente architetto e geometra, svolgiamo la libera professione a Rimini da 15 anni nel settore dell’architettura e dell’interior design.

Progettare è un’arte che ci ha sempre dato grandi soddisfazioni. Abbiamo visto decine di case prendere forma, a partire da un bozzetto sulla carta fino alla costruzione finita, unendo le esigenze tecniche con i desideri dei nostri clienti per farli diventare realtà.

Ma dopo tanti anni volevamo qualcosa in più. Volevamo qualcosa di nuovo.

Per questo ci siamo specializzate nel servizio di home staging. In questo particolare momento storico, il mercato immobiliare necessita di un valore aggiunto per potersi risollevare.

L’home staging è la risposta che il mercato riminese sta cercando. E aiutare privati e agenti immobiliari a vendere casa è la nostra nuova sfida.

home staging rimini

Cosa facciamo per te

Viene dall’ America dove lo utilizzano sin dagli anni 80. “Home” sta per casa mentre “staging” significa preparazioneallestimento. Tradotto, allestimento o preparazione della casa.

Ma cosa significa?

Facciamo un esempio.

Devi vendere la tua auto usata. Prima di fotografarla per l’annuncio, ti assicuri che l’auto sia perfettamente lavata, lucidata e tirata a nuovo. Perché vuoi che l’attenzione delle persone che cercano una nuova auto, cada su di te e non sull’auto nell’annuncio accanto. E’ così?

Se hai risposto , dovresti fare la stessa cosa per la tua casa in vendita.

Preparare e allestire consente di valorizzare l’immobile per renderlo più appetibile agli occhi di chi sta cercando una nuova casa e attirare il maggior numero di persone interessate.

Esattamente come faresti per la tua auto.

Quello che facciamo per te, è realizzare un allestimento all’interno del tuo immobile per prepararlo alla vendita. L’allestimento consente di valorizzare i punti di forza della tua casa e minimizzare i difetti.

Ma soprattutto, fa entrare in gioco il fattore emotivo: se la tua casa è bellissima, farà innamorare i tuoi potenziali acquirenti!

 

Home Staging Rimini: vendi casa velocemente e non solo

Privati e agenti immobiliari lo utilizzano già con ottimi risultati. E’ molto diffuso nelle grandi città italiane e si diffonde velocemente anche a Rimini.

Perché è sempre più utilizzato?

Perché vendere velocemente è solo uno dei tanti vantaggi che potrai ottenere con un intervento di home staging per il tuo immobile in vendita. Scopriamo quali sono gli altri!

I vantaggi dell’ Home Staging Rimini:

  • distingui la tua casa dalle altre
  • aumenti il numero di visite
  • aumenti il numero di potenziali acquirenti
  • riduci i tempi di vendita
  • aumenti la qualità percepita dell’immobile
  • riduci lo sconto in fase di trattativa

E se sei un agente immobiliare avrai dei vantaggi anche per la tua agenzia:

  • proponi un servizio esclusivo
  • ti distingui dalle altre agenzie
  • incrementi la banca dati dei tuoi contatti
  • dai valore alla tua provvigione
  • avrai immobili più belli in pubblicità
  • passaparola positivo

home staging rimini

Entra nel mondo dell’ Home Staging Rimini

Ma è proprio necessario un intervento di home staging? Non posso vendere casa come si è sempre fatto?

Lascia che te lo dica.

Il mercato immobiliare non è più quello di una volta. Chi cerca casa al giorno d’oggi è molto più esigente: andrà a caccia della più piccola crepa nel muro per trovare difetti nell’immobile e tirare giù il prezzo.

Non devi permetterlo.

Fai in modo che la tua casa sia perfetta, come l’auto che hai tirato a nuovo per rivenderla. Fai in modo che risplenda, che sia pulita, in ordine e depersonalizzata. Acquisterà molto più valore agli occhi dei tuoi visitatori e ne saranno entusiasti. La prima offerta arriverà prima di quanto ti aspetti.

Sul nostro blog puoi trovare numerosi articoli di approfondimento.

Comincia da qui!

Se è la prima volta che senti nominare l’home staging, questi articoli ti aiuteranno a capire meglio di cosa si tratta:

 

Hai difficoltà a vendere casa?

La tua casa è da tempo sul mercato ma non riesci a liberartene? Ti consigliamo questi articoli:

 

Conosci già il servizio?

Se sei curioso di saperne di più, questi articoli fanno per te:

 

I risultati

Ecco quali risultati puoi ottenere con l’home staging:

 

Hai un’agenzia immobiliare?

Approfondimenti solo per te:

 

Questo progetto è molto importante per noi.

E’ una sfida con noi stesse ma anche una sfida con il mercato immobiliare. E’ la voglia di portare qualcosa di nuovo nella nostra città e nuovo valore per le vostre case.

Home Staging Rimini: noi siamo pronte, e tu?

PS: ci farebbe davvero piacere leggere un tuo commento qui sotto. O se preferisci, contattaci privatamente.

Continue Reading

Se ti stai chiedendo come arredare casa, abbiamo qualcosa di interessante per te.

Che tu sia alle prese con una ristrutturazione o l’arredamento della tua prima casa, mettiamo a tua disposizione i nostri consigli più preziosi!

Chi siamo

Siamo Patrizia e Ambra di Fenice Interiors. Entrambe svogliamo la libera professione da 15 anni.

Patrizia è architetto, da sempre progetta case e negli ultimi si è avvicinata sempre più alla sua vera passione, l’interior design. Ambra è geometra ma specializzata nelle arti visive quali disegno grafico 3D e fotografia di interni.

La nostra più grande soddisfazione è quando un cliente riceve il suo progetto di interni, lo guarda e dice: “Ma quella è davvero casa mia?”

E’ successo molte volte, alla consegna di un progetto correlato con immagini 3D, che il cliente rimanesse a bocca aperta a chiedersi come sia stato possibile farci stare tutta quella roba dentro la sua casa sua. Soprattutto, come sia cambiata nell’aspetto, nell’armonia, nei colori, nelle emozioni che trasmette.

Una casa completamente diversa.

Sì, perché molte persone non hanno la più pallida idea di come arredare casa. La osservano ma hanno difficoltà a comprenderne il potenziale.

E’ piccola. Non ci sta niente. C’è poca luce. Cosa ci metto in tutto questo spazio?

Eppure tutti gli ambienti possono essere trasformati in qualcosa di completamente diverso. Qualcosa che abbia carattere, che sia bello da vedere, piacevole da vivere, in armonia con le personalità di chi vi abita.

Non vorresti anche tu una casa così?

come arredare casa: prima e dopo della mansarda

Cosa abbiamo creato per te

Attraverso i nostri consigli, ti aiuteremo a capire come arredare casa.

Sono consigli al di fuori di ogni schema: non ti diremo come accostare i colori o perché utilizzare un pavimento piuttosto che un altro. Di quello è pieno il web.

Ti sveleremo invece quali sono le trappole in cui potresti cadere e alcuni piccoli trucchi per focalizzarti sulle questioni importanti, senza perderti tra le migliaia di proposte del mercato.

I consigli sono suddivisi in articoli brevi e rapidi da leggere. Sono correlati tra di loro e funzionano al meglio se applicati insieme.

Ti stiamo incuriosendo?

Bene, tra poco li scoprirai.

Come arredare casa: la rubrica Fenice Consiglia

La rubrica Fenice Consiglia racchiude 8 consigli in 8 brevi articoli. Ti suggeriamo di leggerli in ordine e puoi sempre tornare indietro a rileggerli per avere una visione più chiara di tutti i consigli.

I primi 4 articoli servono principalmente a comprendere gli errori che devi assolutamente evitare. Gli ultimi 4 ti daranno invece degli strumenti per semplificare la creazione dei tuoi ambienti.

Dopo di ché, non c’è limite alla tua creatività 🙂

Ma basta chiacchiere: comincia a leggere i nostri consigli più preziosi!

Con questi consigli siamo certe che riuscirai a tenere sotto controllo tutte le varie fasi dell’arredamento, dalla progettazione all’acquisto. Nonostante il tema sia molto complesso e articolato, ti accorgerai che applicando questi consigli, diventerà più facile trovare delle soluzioni per la tua casa.

A noi non resta che salutarti, per qualsiasi domanda o approfondimento puoi sfruttare i commenti qui sotto oppure scriverci. A presto!

Patrizia e Ambra

Continue Reading

In questo momento di crisi per il mercato immobiliare, molti proprietari decidono di vendere casa da privato, cioè di non affidarsi alla consulenza di un agente immobiliare.

Questa scelta è spesso dettata dalla volontà di risparmiare sulla provvigione. Tuttavia, ci sono altri importanti fattori da tenere in considerazione.

Il primo è il fattore tempo: in quanto tempo vorresti vendere il tuo immobile? Quali strumenti utilizzerai per venderlo nel minor tempo possibile?

Il secondo è il fattore…fatica! Certo, perché fare l’agente immobiliare sembra facile ma ha risvolti della medaglia che non ti aspetti.

Affidarsi alla consulenza di un agente immobiliare può certamente offrirti servizi che ti aiuteranno a risparmiare tempo e fatica. Vuoi sapere quali sono? Continua a leggere 🙂

Vendere casa da privato: conviene davvero?

Perchè un agente immobiliare ti aiuterà a risparmiare tempo e fatica

E’ il tuo consulente legale

L’agente immobiliare ti darà tutte le indicazioni al fine di reperire i documenti per vendere casa, indispensabili per attivare le procedure burocratiche e legali. Vi serviranno al momento dell’atto notarile di compravendita.

Valuta correttamente il tuo immobile

Uno dei punti cruciali per vendere casa velocemente è quello di valutare correttamente l’immobile. Spesso i privati che vendono da casa da soli, tendono a sopravvalutare il valore della propria casa. Di conseguenza, la casa non venduta resta per lungo tempo sul mercato. Ma prolungare i tempi di vendita, non è comunque una spesa?!

Un agente immobiliare, invece, conosce perfettamente il mercato immobiliare della sua zona di competenza ed è in grado di dare all’immobile il giusto prezzo.

Ti aiuta a presentare al meglio l’immobile

Sono sempre di più gli agenti immobiliari che si affidano alla consulenza di un home stager prima di mettere i propri immobili in vendita. Anche nel tuo caso, saprà consigliarti al meglio per far sì che l’immobile sia presentato in maniera impeccabile. L’home staging è certamente uno dei migliori strumenti per raggiungere ottimi risultati nei tempi di vendita, poiché ti consente di distinguerti da tutti gli altri immobili in vendita nella tua zona.

Seleziona i potenziali acquirenti

Prima ancora di portare i visitatori a vedere la tua casa, seleziona a monte i potenziali acquirenti maggiormente interessati all’immobile e le cui esigenze rispecchino quelle che la tua abitazione è in grado di offrire. Inutile fare 100 visite con le persone sbagliate, sarebbe solo una perdita di tempo; molto meglio, invece, mostrare la casa a poche persone che rispecchino il target di riferimento.

Organizza le visite al posto tuo

Una grossa “noia” del mestiere è dover rispondere alla numerose telefonate che si ricevono dal momento in cui l’immobile viene messo in vendita, capire se la persona che chiama è realmente interessata, organizzare e coordinare gli appuntamenti, recarsi continuamente ad aprire la porta ai visitatori. Anche in questo caso l’agente immobiliare lo farà per te, facendoti risparmiare tempo che potrai invece dedicare ad altre attività, ma soprattutto ti libererà di una notevole fatica.

Conosce gli strumenti di marketing

Un agente immobiliare conosce e sfrutta al meglio gli strumenti di marketing a sua disposizione. Saprà ottimizzare la pubblicità del tuo immobile su diversi canali e ottenere il miglior risultato nei tempi di vendita.

Vendere casa da privato o con l’agenzia immobiliare?

Siamo davvero curiose di sapere cosa preferiresti: vendere casa da privato per risparmiare sulla provvigione, oppure avvalerti del servizio completo ed efficace che un’agenzia immobiliare può offrirti? Faccelo sapere nei commenti!

 

Continue Reading

C’è qualcosa che dovresti sapere a proposito delle case in vendita.

La scorsa settimana ho incontrato un’ amica che non vedevo da tempo. Mi ha detto di aver appena comprato casa e raccontato quanto fosse stato difficile trovare una casa che fosse davvero bella.

Continuava a sfogliare annunci immobiliari e non riusciva a credere che in mezzo a tutte quelle case non ci fosse qualcosa di carino: sembravano tutte bettole! Era sconsolata e per nulla entusiasta di andarle a visitare.

Poi tra le tante fotografie, una ha colpito la sua attenzione. Mi ha detto che era una casa pulita, ordinata e arredata con buon gusto. Ha subito alzato il telefono per chiamare il proprietario e fissare un appuntamento.

Chissà perché non ero affatto stupita.

Pulita, ordinata, arredata con buon gusto.

Ho sorriso e ho capito una cosa importante: aiutare i proprietari a vendere significa anche aiutare gli acquirenti a trovarle la loro casa dei sogni.

case in vendita più belle: prima e dopo l'home staging

Valorizzare le case in vendita

Osservare il procedimento di acquisto dal punto di vista di una persona che cerca casa è un passaggio fondamentale per capire cosa esattamente ha colpito l’attenzione della mia amica e quindi di un potenziale acquirente.

Perché in mezzo a tante fotografie di annunci immobiliari, ha scelto proprio quella quella casa? “Pulita, ordinata, arredata con buon gusto”, ha detto. Significa che, mentre tutte le altre case in vendita hanno suscitato in lei un senso di rifiuto, questa casa ha fatto scattare un’ emozione positiva per cui ha subito alzato il telefono per andare a vederla di persona.

Starai pensando: “Beh, se le altre case erano delle bettole, non c’è da stupirsi!” 

Non esattamente: più che di bettole, preferisco parlare di case non valorizzate!

Se le prime immagini che un potenziale acquirente vede di una casa sono stanze disordinate, vuote o buie, pareti dai colori fluorescenti, fotografie bruciate o incomprensibili, come può scattare un’emozione positiva?

Valorizzare significa mettere in risalto i punti di forza di una casa. Esaltare le stanze ampie, le vetrate luminose, sfruttare il terrazzo o il giardino. Significa creare armonia nei colori e identificare l’utilizzo degli spazi. Significa fare in modo che coloro che la vedono possano esclamare: “che bella casa!”

Anche la tua casa può cambiare, quello che serve è una presentazione ottimale. E così com’è stato per la mia amica, anche i tuoi potenziali acquirenti potranno innamorarsi della tua casa in vendita.

Contattaci per un preventivo gratuito!

Continue Reading

Prima di chiederti quanto costa l’home staging, c’è una cosa che devi sapere.

Ti sei mai chiesto quanto tempo un immobile rimane mediamente fermo sul mercato e quale deprezzamento subisce?

Per capire quanto costa l'home staging, dobbiamo prima capire quanto costa il deprezzamento di un immobile che resta a lungo sul mercato.

Per capire quanto costa l’home staging, dobbiamo prima capire quanto costa il deprezzamento di un immobile che resta a lungo sul mercato.

Se non ci hai mai pensato, è sufficiente osservare questo grafico dei prezzi degli immobili a Rimini negli ultimi 24 mesi per trovare la risposta: più tempo un immobile resta sul mercato, maggiore sarà il suo deprezzamento.

Secondo le statistiche, la permanenza media sul mercato italiano è di 282 giorni e può subire un deprezzamento anche oltre il 10%.

Quanto costa l’home staging

Se il deprezzamento ha un costo così importante, non lo è invece il costo di un intervento di home staging che vada dall’ 1% al 5% del valore dell’immobile ma consente di:

– difendere o addirittura incrementare il valore dell’immobile per via delle migliorie apportate;

– vendere in tempi decisamente inferiori e quindi ridurne il deprezzamento: le statistiche contano 67 giorni di permanenza media sul mercato.

“Ho capito, e se volessi farlo per casa mia?”

La tua casa in vendita è unica, così come lo è ogni immobile sul mercato. Per questo il preventivo è sempre personalizzato!

Come richiedere il tuo preventivo personalizzato

Per richiedere il tuo preventivo personalizzato puoi semplicemente inviare una email a info@feniceinteriors.it allegando i seguenti documenti:

  • indirizzo dell’immobile;
  • fotografie di tutti gli ambienti interni (almeno due per ogni stanza), degli spazi esterni (giardini, terrazzi…), eventualmente delle facciate e degli ingressi;
  • planimetria aggiornata (anche catastale);
  • valutazione del valore di mercato attuale dell’immobile.

Non dimenticare di lasciarci un contatto telefonico per richiamarti, qualora ci servissero dei chiarimenti. In pochi giorni riceverai il tuo preventivo personalizzato direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Hai domande? Siamo a tua disposizione! Scrivici nei commenti 🙂

Continue Reading

Sei curioso di sapere come funziona l’home staging?

Home staging è una parola ancora sconosciuta a molti italiani, anche se la situazione sta cambiando rapidamente. Coloro che conoscono questo servizio, invece, ci contattano per saperne di più: “ma che cosa fate, voi, esattamente?” 

Già. Che cosa facciamo esattamente noi home stagers?

Vieni, diamo un’occhiata dietro le quinte per scoprirlo!

Come funziona l’home staging

come funziona l'home staging: foto di un disallestimento in corso!E’ lunedì mattina in ufficio e suona il telefono.

E’ un agente immobiliare venuto a conoscenza di questo nuovo servizio per vendere casa velocemente. Ha compreso l’importanza di valorizzare l’immobile prima della vendita e sa che potrebbe ottenere ottimi risultati in termini di tempo e guadagno.

Ha già informato il proprietario che è bene non commettere certi errori durante il processo di vendita di un immobile.

Fissiamo un appuntamento per il primo sopralluogo: insieme valuteremo la situazione e decideremo come intervenire.

Ma ora andiamo a scoprire come funziona l’home staging!

Come nasce un allestimento

Fase 1: lo studio dell’immobile

Studiare l’immobile è il primo passo per iniziare un intervento di home staging. Ciò che dobbiamo fare è identificare i punti di forza e metterli in risalto. Camere ampie, soggiorni luminosi, spazi esterni: sono tutti elementi che danno forza al nostro immobile. La nostra mente già immagina come potrebbe diventare quella casa… 🙂

Fase 2: la preparazione

In seguito ci rechiamo nel nostro magazzino e verifichiamo il materiale che abbiamo a disposizione. Perché gli arredi/complementi non vanno bene per tutti gli immobili, anzi: tutto è strettamente relazionato al nostro target. Un immobile in campagna non sarà certamente arredato con lo stesso stile di un loft in città, così come sarà molto diverso un appartamento destinato ad una famiglia da quello destinato ad uno studente universitario. Facciamo una lista delle cose utilizzabili e già presenti in magazzino: tavoli, sedie, tende, cuscini, tappeti, tutto quello che riteniamo adatto al nostro tipo di intervento.

Come funziona l'home staging: rimozione delle tendeFase 3: la spesa

Una seconda lista sarà invece dedicata ai nuovi acquisti e a tutto quello che ci potrebbe servire per realizzare un allestimento bello ed efficace. Dopo alcune ricerche on-line, partiamo per andare a far compere. Beh, inutile dire che questa fase ci piace da impazzire e che compreremmo di tutto! Ma non è questo l’obiettivo. I nostri arredi e complementi dovranno essere attentamente selezionati per l’ immobile che stiamo allestendo. Anche la scelta dei colori è importantissima in questa fase, perché getteremo le basi per la scala cromatica del nostro intervento.

Fase 4: il trasporto

Questa non è certamente la più rilassante delle nostre fasi. Caricare tutto in auto, poi scaricare e trasportare ogni cosa all’interno dell’immobile (sperando che ci sia l’ascensore!) e infine montare i mobili, è un’operazione che ci fa sentire più una ditta di traslochi che delle consulenti di immagine. Immancabile, poi, il vicino con la consueta domanda di rito: “Vi trasferite qui?!?”. 😀

come funziona l'home staging: allestire le pareti Fase 5: l’allestimento

Finalmente si comincia! Entriamo nel vivo del nostro lavoro: ora dobbiamo veramente fare del nostro meglio per valorizzare l’ immobile. E per farlo, ci immaginiamo dei potenziali acquirenti che lo vedono per la prima volta. Cosa deve colpirli? Cosa deve catturare la loro attenzione? Libero spazio alla creatività: il visitatore si deve innamorare a prima vista!

Fase 6: le fotografie

Ecco una fase importantissima del nostro lavoro. Armate di macchina fotografica reflex e cavalletto, andiamo a caccia delle migliori inquadrature affinché l’immobile sia ben rappresentato in quelle che saranno le fotografie per l’annuncio immobiliare. Al giorno d’oggi, chi deve compare casa comincia le sue ricerche sul web: una fotografia ben fatta è un’ottimo strumento per farsi notare e vendere prima degli altri!

come funziona l'home staging: il servizio fotograficoFase 7: la selezione

Terminati i nostri scatti, sceglieremo le foto migliori tra quelle scattate e andremo a realizzare la sequenza da presentare al nostro cliente. Siamo quasi alla fine… 🙂

Fase 8: si va in scena

Ora siamo davvero pronti per andare in scena: consegnato il nostro lavoro, sarà compito dell’agenzia scrivere un corretto annuncio immobiliare e occuparsi della pubblicità dell’immobile. E nel giro di qualche giorno arriveranno anche le prime visite. Poi si passa alla fase 9…

Qual è la fase 9?

Vendere, ovviamente 😉

Se ti è piaciuto scoprire come funziona l’home staging, lasciaci un commento: ci farà molto piacere leggerlo!

 

Continue Reading

Vuoi sapere come abbiamo venduto in 60 giorni questo appartamento a Rimini, grazie all’ home staging?

Ci siamo riuscite creando fin da subito un valido processo di vendita, con la collaborazione dell’agenzia immobiliare Rossi Real Estate e della proprietà.

La valorizzazione dell’immobile con l’home staging e il prezzo di mercato corretto, sono state le due chiavi vincenti per raggiungere l’obiettivo comune: vendere velocemente ed al miglior prezzo.

venduto in 60 giorni: prima e dopo della cucina

Innanzitutto, pur trovandoci di fronte ad un appartamento in buono stato, non abbiamo commesso l’errore di pensare che andasse bene così. Ci siamo messe invece subito all’opera per capire come valorizzarlo.

venduto in 60 giorni: prima e dopo del salotto

Del resto si sa: tutte le case possono essere migliorate, specie quando si tratta di catturare l’attenzione dei potenziali acquirenti. Creare un ambiente davvero accogliente è stato di fondamentale importanza.

venduto in 60 giorni: prima e dopo del bagno

Come si fa a vendere un appartamento prima di tutti gli altri nella stessa zona e della stessa tipologia?

Dal primo momento in cui l’immobile appare su un annuncio on-line deve sapersi distinguere. La preparazione dell’immobile, insieme alle foto realizzate professionalmente, hanno portato ben 10 visite nei soli primi 7 giorni di vendita!

venduto in 60 giorni: prima e dopo della camera

Luci e colori in armonia, ordine e pulizia, trasmettono una sensazione di casa, al punto da scavalcare i difetti dell’immobile. I visitatori erano colpiti positivamente dall’appartamento, non avevano obiezioni da fare né scuse per chiedere sconti!

venduto in 60 giorni: prima e dopo del bagno

Ci siamo preoccupate di curare ogni dettaglio, valorizzare gli spazi anche esterni e definire il loro utilizzo. In questo modo è più facile restare impressi nella mente dei visitatori. Ci credi o no?! 😉

venduto in 60 giorni: prima e dopo del giardino

L’home staging è la soluzione e non il costo! Un immobile che rimane fermo a lungo sul mercato subisce un deprezzamento importante, mentre investire in un intervento di preparazione dell’immobile consente di vendere velocemente ed al miglior prezzo di mercato.

Noi abbiamo venduto in 60 giorni…cosa aspetti a farlo anche tu?! 🙂

Contattaci per un preventivo gratuito!

 

Continue Reading