Hai una casa in vendita? Per non commettere questi 4 errori, pensa a lei come ad un prodotto commerciale.

Se hai una casa in vendita, non commettere questi 4 errori

Niente più casa-dolce-casa, l’immobile deve essere trattato come ogni prodotto in vendita su qualsiasi scaffale del supermercato: deve essere preparato al fine di attirare l’attenzione di chi potrebbe acquistarlo. Dal colore della confezione, al posizionamento all’interno del negozio, anche la preparazione di una casa ha delle regole da rispettare in modo da colpire i potenziali acquirenti.

Ma perché è così difficile vedere la propria casa con occhi diversi?

Perché la casa è inevitabilmente legata a ricordi ed emozioni, momenti di vita e legami affettivi. Ed è difficile scindere l’idea del nido domestico dal prodotto commerciale che si sta mettendo in vendita. Questa situazione è assai frequente e può portare ad agire in maniera tale da compromettere il processo di vendita della casa stessa.

Quindi quali sono i 4 errori che si possono commettere vendendo casa? Andiamo a vederli.

1) Non investire soldi nella preparazione dell’immobile

“Perché dovrei spendere soldi per una casa che devo vendere? Preferisco spendere qualcosa in più per la nuova casa che acquisterò!” 

Chi viene a visitare la tua casa vuole trovare un prodotto accogliente, pulito e ordinato e bello da vedere. Non si innamorerà mai dei tuoi quadri e foto di famiglia, dei ricordi dei tuoi viaggi, dei giochi dei bambini in disordine o del tuo vecchio divano. Vorrà piuttosto immaginarsi la sua nuova vita in un ambiente fresco e piacevole. Investire una piccola cifra iniziale per valorizzare la tua casa e renderla più bella, permetterà ai tuoi visitatori di percepirne i punti di forza e la bellezza.

2) Pensare che la casa vada bene così com’è

“La mia casa è a posto, l’ho sempre tenuta bene e non serve farci nulla!”

Tutte le case possono essere migliorate. Un ambiente vuoto deve essere riempito affinché vi sia una migliore comprensione di come utilizzare gli spazi. Un ambiente troppo pieno deve essere “alleggerito” per non apparire piccolo. Chi visita la tua casa e la vede per le prima volta, sarà maggiormente colpito se ci sono equilibrio e armonia tra spazi, arredi, luci e colori, i quali generano emozioni positive e fanno sì che la ricordi più facilmente.

3) Rimandare la preparazione

“Prima proviamo così e vediamo come va, al massimo lo facciamo dopo!”

Il momento di maggior interesse verso un immobile è all’inizio, quando esce il nuovo annuncio immobiliare. E allora perché non presentarlo al meglio per cogliere subito questa opportunità? Chi sta cercando casa e viene colpito dalle tue foto, deciderà anche di visitare il tuo immobile prima di tutti gli altri in vendita nella stessa zona.

4) Chiedere un prezzo troppo alto

Un altro frutto del legame affettivo che si ha con la propria casa è la tendenza a sopravvalutarla. Eppure è con il mercato che dobbiamo fare i conti: se la cifra richiesta è troppo alta, il rischio è che l’immobile resti invenduto a lungo e prima o poi sarai costretto a ribassare. Se invece il prezzo è concorrenziale, un potenziale acquirente sarà ben più incentivato a visitare la tua casa prima delle altre.

Stai commettendo questi 4 errori anche tu?

Per riuscire a vedere la propria casa come un prodotto commerciale, è fondamentale osservarla dal punto di vista del potenziale acquirente che la vede per la prima volta. Se il giardino è tenuto male, con le erbacce alte e i rami secchi, avrà subito la tentazione di scappare via. Se il giardino è invece ordinato e pulito, con l’erba tagliata e magari un tavolino per la colazione, sarà ben più invogliato non solo a proseguire la visita, ma anche a valutare un acquisto.

Che cosa pensi di questo articolo? Sei d’accordo con noi o pensi che preparare l’immobile prima della vendita non sia importante? Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi, lasciaci un commento qui sotto 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *