Quante volte hai dovuto abbassare la tua provvigione per ottenere un incarico?

Fino a pochi anni fa, gli immobili si vendevano “da soli”, poi la crisi ha fermato il mercato immobiliare: i prezzi sono scesi e i tempi di vendita sono cresciuti enormemente. E in un momento in cui c’è tanto invenduto, spesso l’unico modo per chiudere un contratto è abbassare la provvigione. Prima che se ne vadano da un altro agente.

Questo modo di operare ha portato ad una vera e propria guerra al ribasso all’interno della categoria degli agenti immobiliari. Farsi pagare diventa sempre più difficile.

agente immobiliare provvigione

Perché i proprietari fanno fatica a pagare la provvigione agli agenti immobiliari?

La ragione principale è soltanto una: i proprietari percepiscono l’agenzia immobiliare come un costo necessario piuttosto che un valido servizio di cui usufruire.

Il lavoro di un agente immobiliare è composto da numerosi compiti, come analizzare il mercato, definire il giusto prezzo dell’immobile, pubblicizzarlo, ricercare potenziali acquirenti, coordinare le visite ecc.

Eppure non c’è nulla di tutto questo che il proprietario percepisca come un servizio di qualità: ciò che puoi fare tu, può farlo benissimo un altro agente immobiliare ad un prezzo inferiore.

Pagheresti mai un prezzo maggiore per un’auto, se puoi trovare la stessa auto ad un prezzo più basso in un’altra concessionaria? No, ovviamente. Sarai disposto a pagare di più solo se la prima auto ha delle caratteristiche differenti: maggiore cilindrata, cerchi in lega, ecc.

La stessa cosa succede quando i proprietari non comprendono la differenza tra te e un altro agente immobiliare e cercano di spendere il meno possibile.

Ma c’è anche una bella notizia in tutto questo: saranno invece disposti a spendere di più per il tuo servizio di qualità superiore.

homestageralovers

L’home staging come soluzione

Qualcuno l’ha già fatto prima di te. In America lo fanno da 40 anni, nelle grandi città italiane si utilizza già da qualche anno. E prende piede velocemente.

Allestire, pulire, ordinare riparare i guasti, mettere luci e colori dove servono, sono accorgimenti che permetteranno di farlo apparire più grande, luminoso e accogliente.

La decisione di acquistare un immobile avviene soprattutto per fattori di carattere emozionale. Alcuni studi americani sostengono che il potenziale acquirente decida di effettuare il suo acquisto nei soli primi 90 secondi della sua visita.

Quando un immobile è ben preparato, è possibile vendere in tempi più brevi e ottenere il miglior prezzo possibile.

Ora ti starai chiedendo: “Ma se non riesco a farmi pagare la provvigione, come posso chiedere anche i soldi per l’home staging?”

Se hai compreso l’importanza di questo servizio, è fondamentale riuscire a proporlo nel migliore dei modi. Ti servirà un piano di lavoro che elenchi chiaramente i tuoi servizi e gli strumenti che utilizzi per ridurre i tempi di vendita di un immobile.

Solo così non sarai “uno dei tanti” agli occhi dei proprietari, ma diventerai l’agente immobiliare con una marcia in più.

Il nostro obiettivo è quello di aiutarti a valorizzare e distinguere i tuoi immobili e la tua agenzia immobiliare, per non dover più trattare sul tuo compenso ma affinché ti venga riconosciuto quello che ti spetta per il tuo lavoro.

contatti-visite-opportunita

Tre regole base per lavorare con l’ home staging

Per lavorare con l’ home staging sono indispensabili alcune regole. Vediamole insieme:

  • Incarichi in esclusiva

Utilizzare l’home staging senza un incarico in esclusiva significa sprecare tutto l’investimento di marketing facendoli vendere a qualcun altro. Comincia subito dalle tue prossime acquisizioni ad ottenere incarichi in esclusiva. Potrai comunque informare i tuoi proprietari che, come molti altri agenti, ti avvali di una fidata rete di collaboratori.

  • Vendere al giusto prezzo

L’home staging può incrementare il valore dell’immobile, ma questo deve sempre essere messo in vendita al giusto prezzo. Abbi il coraggio di dire NO ai proprietari che hanno una richiesta fuori mercato e chiedono un prezzo troppo alto.

  • Motivazione a vendere alta

E’ importante che i proprietari abbiano una reale necessità di vendere e siano motivati a farlo. Solo così saranno disposti a migliorare le condizioni della loro casa prima di metterla sul mercato. Questo è indispensabile per raggiungere l’obiettivo comune: vendere nel più breve tempo possibile. Niente scuse!

Cosa ne pensi di questo articolo? Faccelo sapere nei commenti!

Le immagini in questo articolo sono tratte da uno dei video dell’ Associazione Nazionale Home Staging Lovers proprietaria degli stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *