Ti è piaciuto il consiglio dell’ articolo precedente? E’ il momento di entrare ancora più nel dettaglio e affrontare un passaggio fondamentale per un progetto di interni: definisci dei punti fissi.

Dopo aver parlato di bisogni primari e secondari, cerchiamo di capire come utilizzare al meglio lo spazio a disposizione ma, soprattutto, come non sprecarne.

 

definisci dei punti fissi

Fenice Consiglia #7: definisci dei punti fissi!

Diciamoci la verità: non si può avere tutto.

A tutti piacerebbe avere il divano grande, la cucina spaziosa, la vasca idromassaggio e pure la camera con il letto a forma di cuore. Scusa, quanto è grande la tua casa?

Talvolta dobbiamo essere realisti.

Arredare casa è spesso una questione di compromessi: rinunciare una cosa per averne un’altra. Per questo è importante riuscire ad identificare le cose a cui non puoi rinunciare. Cos’è più importante per te? Di cosa non vorresti fare a meno? Cosa invece non è così indispensabile?

Queste sono le domande che ti aiuteranno a capire quali sono i tuoi punti fissi. E proprio perché si chiamano punti fissi, definiscili e non cambiarli più! Piuttosto, continua a progettare la tua casa intorno ad essi. Questo piccolo trucco ti aiuterà a non cambiare idea troppo spesso (consiglio #4, ricordi?) e ad evitare confusione inutile.

Naturalmente qualsiasi cosa può diventare un tuo punto fisso. Un pavimento colorato, un complemento d’arredo che ami particolarmente, un mobile acquistato in precedenza.

Hai visto come ogni cosa di cui abbiamo parlato torna a chiudere il cerchio? Con la consapevolezza degli gli errori da evitare e gli strumenti per prendere delle decisioni importanti, potrai creare un arredamento bello e funzionale per la tua casa.

Ma abbiamo un altro fantastico consiglio per te, l’ultimo della nostra rubrica: limita la scelta.

Come sempre, attendiamo i tuoi commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *